I bambini di Ikonda

Gli orfani di Ikonda

In Tanzania, come in tutta l’Africa sub-sahariana, l’AIDS miete innumerevoli vite umane. Sono molti i bambini che rimangono privi di genitori a causa di questa pandemia. Nel comprensorio di Ikonda si contano oltre 5000 orfani costretti, in tenera età, a vivere alla giornata e a farsi carico dei fratellini.

I più fortunati vengono presi a carico dalle famiglie del personale che lavora al Consolata Ikonda Hospital; altri vengono affidati ai nonni che, spesso per l’età avanzata o la salute precaria, non sono in grado di provvedere loro un’adeguata assistenza.

Questa situazione di semiabbandono causa svariati incidenti, primo fra tutti quello delle ustioni.

Sono numerosi i bambini che devono ricorrere urgentemente alle cure dell’ospedale per le bruciature provocate dal fuoco acceso nelle loro capanne, accanto al quale, cercando un po’ di tepore durante le fredde notti, si addormentano, ignari dell’incombente pericolo delle ustioni.

Per molti di essi, purtroppo, non resta che l’amputazione delle manine o dei piedini.

APPELLO

Il CONSOLATA HOSPITAL DI IKONDA cerca urgentemente medici otorini.
L'ospedale è dotato della strumentazione di base

Per ulteriori informazioni e accordi, contattare:
Dott. Stefano Righini +39335330737