Progetti

Le donne partorienti

Il nostro ospedale ha sempre avuto un’attenzione particolare per le mamme partorienti e per i bambini. Questo fu lo scopo principale per cui fu aperto l’ospedale nel lontano 1964. Proprio in linea con questa “mission”, continuano le cure gratuite per tutti i bambini.

Una serie di circostanze ci hanno portato a conoscenza, grazie anche alle cliniche mobili, della difficile situazione in cui vengono a trovarsi le mamme al momento del parto, soprattutto nei villaggi. Ospiti e visitatori che vengono a Ikonda, quando visitano i villaggi assieme alle ostetriche delle cliniche mobili, ritornano a casa la sera sconcertati dalla povertà e dall’abbandono in cui vengono a trovarsi queste mamme e i loro bambini.

Proprio per questo abbiamo iniziato un programma che prevede un’assistenza praticamente gratuita anche a favore delle mamme che vengono a partorire nel nostro ospedale,chiedendo loro una cifra simbolica sia per i parti normali che per i parti cesarei, così da responsabilizzare anche la famiglia e i parenti.

L’intento è quello di convincere tutte le mamme, soprattutto quelle dei villaggi più lontani e abbandonati, a venire a partorire all’ospedale per garantire a tutte una maternità sicura. Infatti la mortalità materna, perinatale e infantile e’ ancora elevata, soprattutto nei villaggi seguiti dalle due cliniche mobili.

Non sappiamo per quanto potremo continuare questo programma, ma cercheremo tutti i modi per dare loro un’assistenza gratuita. Per le mamme e per i bambini saremo pronti a qualsiasi sacrificio.

Le donne partorienti

APPELLO

Il CONSOLATA HOSPITAL DI IKONDA cerca urgentemente medici otorini.
L'ospedale è dotato della strumentazione di base

Per ulteriori informazioni e accordi, contattare:
Dott. Stefano Righini +39335330737